Cresce l’e –commerce in Europa e nasce eCommerce Europe

Cresce l’e –commerce in Europa e nasce eCommerce Europe
by

L’Europa sta vivendo in molti settori economici una fase di forte crisi. Tuttavia vi sono dei “barlumi” di speranza. Uno fra questi è l’e commerce. A rivelarlo sono i dati del Top 400 Europe del portale web Internet Retail, sito americano dedicato allo sviluppo delle vendite online.

I suoi risultati dimostrano che l’Europa ha visto nell’arco degli anni un crescente orientamento ed espansione della vendita online in molte aziende europee. Secondo i risultati del Top 400 Europe, l’aumento è così forte da arrivare nel 2011 a una crescita del 18,2% in Europa a differenza del 16,1% degli Stati Uniti. I giganti e precursori dell’e-commerce in Europa sono gli ormai famosissimi portali come Amazon o Otto. Tuttavia i veri protagonisti della crescita sono i pure players ovvero coloro che scelgono di vendere i propri prodotti solo attraverso il web. La presenza dei pure players aumenta di anno in anno del 27% a differenza delle grandi catene di vendita a dettaglio che lievitano del 12% all’anno. Il primo paese europeo in cui è più sentita la diffusione è la Polonia che vede le vendite realizzate a 5,83 miliardi di dollari nel 2011. Le vendite nel settore degli articoli sportivi ha registrato un aumento nel web del 30,5% di anno in anno.
In questo momento di crescita dei siti web dediti al commercio elettronico , è nata da poco la prima associazione per la difesa dello sviluppo degli e-commerce e degli interessi dei propri consumatori.

Creata su iniziativa di 7 grandi organizzazioni europee operanti nel settore del commercio, l’eCommerce Europe darà modo di realizzare anno dopo anno un mercato digitale unico che favorirà l’aumento del Pil europeo e darà una giusta regolarizzazione alle azioni svolte nel campo della vendita online in Europa. Si è ancora nella fase di sviluppo ma si prevedono già dei grandi passi avanti nel settore. L’associazione accoglie sia aziende sia pure player e lavorerà in maniera congiunta alla lobby europea e in base delle direttive comunitarie. Per ora , attraverso tre commissioni, l’Associazione si sta concentrando su: regolamento, pagamenti e logistica. A presto nuovi incontri tra Associazione ed istituzioni europee per il futuro del commercio elettronico.