Servizi location based : cresce il valore della geolocalizzazione

Martedì 08 Maggio 2012 15:12 Servizi location based : cresce il valore della geolocalizzazione
L’utilizzo dei dispositivi mobile ha rivoluzionato la vita quotidiana di molti . Le applicazioni all’interno di uno smartphone aiutano nei tanti problemi giornalieri e possono rivelarsi delle ottime opportunità di guadagno.
servizi_di_localizzazione

I servizi location based ne sono un chiaro esempio. Un recente studio , Mobile Life 2012, ha evidenziato la tendenza degli utenti ad un crescente uso di app smartphone dedicate alla localizzazione. La ricerca annuale è stata svolta su un campione 48.000 intervistati provenienti da 58 paesi differenti. Il 19% degli intervistati ha dichiarato di usufruire dei servizi located based mentre il 60% non ne fa uso ma manifesta un interesse a sfruttarli a breve.
Questi dati sottolineano di come va maturando da parte degli utenti la consapevolezza del forte potenziale della tecnologia di localizzazione, sebbene le motivazioni dell’impiego siano svariate . Al 46% degli utenti che dichiara di impiegare mappe e GPS, un 26% sfrutta la tecnologia della geolocalizzazione per la ricerca di pub, ristoranti o prenotare viaggi . Alcuni intervistati hanno, invece, compreso come sfruttare e app di localizzazione a proprio vantaggio: essere localizzati sì ma in cambio di sconti o offerte speciali. Questo tipo di utenza gradisce, ad esempio, la ricezione di buoni sconto da parte di attività commerciali poco distanti dalla loro collocazione attuale.

Non mancano coloro che amano condividere la propria location in social network come Facebook. Un motivo che spinge l’utilizzo di tali software dedicati alla localizzazione è di certo la ricerca di nuove amicizie. Per molti utenti dell’America Latina è la motivazione principale (39%) ma a differenza del 36% degli intervistati asiatici che opta usare la tecnologia per la ricerca di eventi o ristoranti.

E in Italia ?

Il 48% utilizza la tecnologia delle mappe Google come alternativa al tom tom ma si sta risvegliando l’interesse verso una localizzazione volta alla ricerca di luoghi di divertimento e ristorazione (23%) o la ricezione di sconti speciali nei negozi poco distanti dalla propria location (43%).

L’utente si dimostra ad essere localizzato . Quali cambiamenti porterà in futuro? Cambieranno le regole del web marketing? Qualcosa sta muovendo ma è ancora tutto da vedere.